Archivi Blog

Ultimo giorno de Il Mese del Cucciolo…ci siete andati dal veterinario??!

Si conclude oggi 15 febbraio 2012 l’importante campagna di sensibilizzazione Il Mio Cane Sicuro, voluta dalla Purina Pro Plan per una dieta appropriata nei primi mesi di vita di un cucciolo.

image

All’intelligente iniziativa hanno aderito anche le Associazioni Medici Veterinari, che svolgono ogni giorno un ruolo fondamentale nell’agevolare l’entrata in famiglia di un nuovo componente pelo setto.

Insieme agli ottimi dati della Campagna, è stato realizzato un sguardo sul mondo veterinario da parte della IPSOS. E i dati fuoriusciti sono davvero curiosi.

Dunque, se al nord i medici veterinari sono dislocati con una maggiore presenza nelle aree rurali, al sud invece gli ambulatori medici sono per lo più dentro ai centri urbani. Per quanto riguarda il centro invece ci sono più cliniche che singole strutture.

I cani e i gatti, sono in assoluto gli animali più trattati, con percentuali del 96-98%, il restante sono roditori, uccellini e altri piccoli animali. Al sud è più alta la percentuale di coloro che si occupano di cani, oltre il 40%.

Altra curiosità, se al Nord ci si reca dal veterinario almeno un a volta all’anno, al Centro le visite salgono a 2 o 3, mentre al sud arrivano addirittura a 5 o 6.

Anche l livello di affezione e di fiducia è maggiore al Sud, si torna più spesso nella stessa struttura, mentre nelle altre parti di Italia, si è più facili al cambiamento dell’ambulatorio

MOTIVI DELLE VISITE?

Oltre alle classiche vaccinazioni, Beh per i cani adulti, allergie, intolleranze, e obesità, mentre per i cuccioli problemi gastrointestinali. Nel mondo felino invece sterilizzazioni, problemi urinari, problema al sistema immunitario.

Queste alcune curiosità, ma per tutto il resto che vi interessa sapere riguardo al vostro piccolo grande amore peloso, il numero verde Purina per Voi, 800.525.505, rimarrà sempre a vostra disposizione, anche3 in casi di primissima urgenza.

BACI L’ALE

Annunci

NON E’ VERO CHE LA NEVE E’ BIANCA…

Ha nevicato a Roma…

È strano… fidatevi…vederla sotto 20 centimetri di neve.

image

E’ strano provare a passeggiare e rendersi conto che la maggior parte di chi mi circonda non è abituato a conviverci…e quindi affronta il manto nevato come un alieno, indossando tacchi a spillo e  giacchettini leggeri.

Io dal canto mio, ho messo il piumoncino rosso, quello che odio tanto, ma che fortunatamente non si bagna alla prima vasca fatta di corsa in giardino…(a volte non se ne può fare a meno…)

Ma tutto è iniziato ieri, quando Ale, sentite le previsioni, ha deciso che nonostante tutto il tagliando all’auto si poteva fare…(avessi potuto parlare…)

e quindi alzatasi di buon ora e io con lei, mi ha caricata sul sedile posteriore e allacciatami la cintura, siamo partite alla volta della concessionaria…

Esattamente due minuti dopo aver imboccato la tangenziale…ha iniziato a fioccare… ( avessi potuto parlare…)

Beh per quando siamo arrivate dal meccanico, sulla strada già c’era un po’ di confusione…

Attese di ben tre ore, il colorito di Ale, ha iniziato a mutare dal bianco freddo al verde inferocito… mentre io cercavo disperatamente un angolino dove lasciare un po’ di pipì ostacolata dalla neve che cominciava a scendere seriamente…

Finalmente ci ridanno l’auto e lì inizia la vera avventura…tornare a casa con 5 cm di pantano per strada…

C’era gente che per non sbagliare viaggiava sui marciapiedi, altri che hanno parcheggiato in mezzo alla via, e sono tornati a piedi, altri ancora sperando nella mano divina hanno cambiato 27 volte strada…rimanendo sempre più imbottigliati… e noi?

Beh noi… diciamo che Ale dal verde è passata via via al colorito grigio… impressionata dalle mille manovre azzardate di chi le viaggiava troppo vicino per i suoi gusti…( io invece ho dormito sogni sereni…non potendo parlare…)

A casa alla fine ci siamo arrivate, dopo ben 2 ore e soli 7 km  di percorrenza…

Nel frattempo ovviamente Ale era diventata nera d’umore…

Cosa ho capito a conclusione di questo strano week end montano a Roma?

Sicuramente che…sicuramente la neve non è bianca…lo sembra…ma poi si colora di mille sfumature umorali  in base a chi le gira intorno…(avessi potuto parlare…lo avrei detto ad Ale…)

Sotto una coltre di neve…

Un caldo slurp a tutti

Zia Pina

A CARNEVALE OGNI SCHERZO VALE…E SE INVECE FOSSIMO PERMALOSI??!

…Bene, bene, bene…e anche le feste di Natale sono passate…

e quindi possiamo affermare con una certa sicurezza che ce la siamo scampata bella…

Da cosa, direte voi…

beh dai regali insulsi che non possiamo rifiutare…

Pensate un attimo a quando vi fanno indossare abiti, scarpe, cappelli, che il buon Babbo Natale ha pensato bene di mettere sotto all’albero…

Ecco sono quei momenti lì, che giurate odio eterno a quel due zampe vestito ridicolo, che vuol vedere ridicoli anche voi…

Eppure, benché giunti alla fine di gennaio…non siamo ancora fuori dal pericolo…

perché arriva come un fulmine a ciel sereno…il CARNEVALEEEEEEEEEEEE….

E qui veramente, potrebbero partire querele…

Guardate girando in internet cosa ho trovato…

E questo è niente…

e il famoso CANE-PESCE???

no perché quello con tanta voglia di Gatto Soriano addosso ci va di scarsina…

senza dimenticare i SUPER EROI… povere bestie…(i due zampe… mica loro)

 

Insomma…se pensavate che con il passare dell’epifania tutte le feste si era portata via, VI SIETE SBAGLIATIIIIIIIIII!!!

Non avevate considerato la gran voglia di festeggiare che hanno i bipedi tutto l’anno…e di conseguenza noi che li sopportiamo 24 ore al giorno…

 guardate questO….non meraviglioso???

Secondo me sfina pure…nonostante i pois…

Zia???…puah lo dico io… ma con ragione…meno male che si divertono sempre con voi piccoli e noi molossi ci lasciano in pace…

avranno percepito dalle zanne che siamo molto più permalosi di voi…

E comunque se ti vedo in giro conciata in quella maniera..ti prendo in giro con tutti i gatti dal quartiere!

Da non credere…

BUON CARNEVALE… mandateci altre foto… fanno troppo ridere!

Nonno Theo & Zia Pina

La Leprotta e…Il Tartarugone

….Siiiiiiiiiiiiii viaggiare…evitando le buche più dureeeeeeeeee…

Ebbene si, amici miei… siamo due cani felici…

Quando vediamo preparare una valigia, e metterci dentro anche cose nostre…

Non stiamo più nella pelliccia!!!

L’attesa ci logora, e il rumore del pulmino che arriva con al volante il Nonno Alido, ci fa diventare frenetici…

La corsa è sempre quella a chi riesce a salire prima, e in questo onestamente, sono privilegiata io, ehehehe

Gambe storte ma agili, caro Nonno Theo, e poi al primo spiraglio di apertura io mi incuneo e prendo subito il posto migliore… così come si faceva una volta al cinema… mi accomodo sopra le coperte, che riesco fulmineamente a riunire a nido e per quando sei salito tu… non c’è più nulla da fare…

Per questo ponte siamo diretti con tutta la famiglia al completo sul Lago di Como… a Gravedona… e poi Bergamo, Lugano, Lecco… insomma ovunque il buon pulmino azzurro, riesca ad arrancare, noi ci saremo.

Lista delle cose da portare:

  1. Crocchette all’agnello e verdure per me
  2. Cappottino impermeabile per me
  3. Maglioncino caldo sempre per la sottoscritta
  4. Collare ad imbragatura e guinzaglio lungo sempre per me
  5. Piumino caldo di Ikea, con lenzuolino, e cuccia ancora per me
  6. Ciotolina di plastica morbida per l’acqua…per me…
  7. Asciugamano per ovviare ad eventuali piogge per  la piccolina di casa…cioè io
  8. La borsa imbottita per quando non ho più voglia di camminare o fa freddino
  9. Palletta verde da rincorrere e mordere per i momenti di estrema noia…per me!
  10. Credo che non manchi altro…ah si i biscotti…sempre ovviamente per me…

Scusa se ti interrompo Egregia Zia Pina, non vorrei mai che tu perdessi il filo dei tuoi interessanti ragionamenti… MA IO POSSO METTERE QUALCOSA IN VALIGIA, OPPURE VENGO COSI’ COME MI TROVO??!!!

Via via, non ci agitiamo Nonno Theo, ultimamente ti sento nervoso… peraltro senza motivo…se mi davi tempi avrei fatto anche la lista per te… ovviamente…

  1. Crocchette e guinzaglio.

Ecco vedi? Contento adesso? Posso tornare a raccontare i nostri elaborati preparativi  oppure con tutte le tue cose vuoi riempire sfacciatamente entrambe le valigie??!!

Senti Zia…mi chiedevo…ma la Svizzera ti piace?No perché pensavo che potresti trattenerti un po’ lassù…quei 5/6 anni, così, tanto per visitarla meglio…

No no Nonno grazie… e poi chi si ricorderebbe di mettere in valigia tutte le tue cose… torno con voi… mi sacrifico ma lo faccio volentieri per te, perché ti voglio bene.

Siiiiiiiiiiii viaggiareeeeeeeeeeeee…. ragazzi quando torniamo, vi raccontiamo tutto eh…

Nonno le prendi tu le valigie? Io devo pensare ancora ad un sacco di cose…grazieeeeeeeeeeeeeeeee

Un cane saluto da

Zia Pina e….

(Nonno Theo??! Non vieni a salutare??? Mah… è sempre nervoso…  non lo capisco proprio ,credetemi)

Mi scappa la pipì…Papà!

…Ehilà, come ve la passate? 

questa settimana, inizierò con una citazione dotta di Betsy Canas Garmon,

chi è??? Beh non lo so! Chiedetelo ad Alessandra, mica posso sapere tutto!!!

 Allora, la nostra Betsy dice “Il tempo che occorre a un cane per fare “le sue cose” è direttamente proporzionale alla temperatura esterna e anche all’idoneità della tuta sportiva del proprietario”…

Voi direte… beh che pensiero profondo… intanto sperate che Betsy non vi senta…perchè è permalosa! E poi credetemi, almeno nella prima parte mi ci ritrovo a pieno, e forse potrei estendere la questione anche al Signor Nonno Theo.

Avete mai provato ad uscire così come siete, dal calduccio del letto al marciapiede, giardino, terrazzo sottostanti???

  Ecco questo è quello che noi poveri pelosi, anzi magari fossimo davvero molto pelosi, dobbiamo fare ogni mattina, per esigenze NON RIMANDABILI!!!

Io da parte mia, se fuori in giardino piove, ci sono giornate in cui decido di battere il mio record personale di 20 ore senza fare la pipì … e nemmeno Ale, che alla fine decide di prendermi amorevolmente in braccio, e sbattermi sotto la grande pianta di susine che abbiamo, riesce a convincermi! No no, piuttosto scoppio ma non mi bagno e né prendo freddo… rientro in casa prima di lei, come Schumacher al rientro nei box.

 Quella “grossa” poi…ragazzi, ci vuole concentrazione, del tempo, volontà, sforzo…ok ok smetto!!! Insomma, con quella davvero che mi remprimo, e poi magari aspetto di essere in casa di Chiara, una amica di Ale, tranquilla, in solitudine, mentre loro parlando del più e del meno, e vado con serenità a leggermi una rivista sui cani da riporto e mi “libero”… proprio vicino al suo letto.

E non ditemi che sono maleducata, perché avrei anche potuto decidere di stare più comoda e farla direttamente sul letto… ma a tutto c’è un limite, anche io sono abituata al sacrificio sapete???

E’ successo proprio ieri sera… che figura…che strazio vedere il viso di o pChiara prima e Alessandra dopo, quando se ne sono accorti…beh io in effetti non avevo fatto molto per non farmi scoprire…qualcuno doveva pur pulire no? Insomma, ho preso una ramanzina, uno sculaccione nel sedere, e poi non ce l’hanno fatta…tanti baci e coccole…e io ho subito pensato… Posso scambiare il freddo della mattina, con uno misero sculaccione dato anche senza cattiveria?

 Mumble mumble…SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!

CE LA POSSO FAREEEEEEEEEEEEEE!!!!

Ma non ditelo a loro!

Ciauuuuuuuuuuu, amici a quattro e a due zampe!

Ah se vi chiedete di Nonno Theo, tranquilli, sta meglio di me…è in viaggio con i nonni…che cane fortunato…

Slurp a tutti

La Zia Pina

I figli so’ piezz’ ‘e core…e noi???

No dico…avete mai notato quante scene fanno alcune mamme e nonne quando incontrano noi pelosi?

c’è chi si lancia incitando il bambino a correrci dietro, chi invece cambia strada come se fossimo animali sanguinari in cerca di un sacrificio umano, chi invece immediatamente si appresta a dire al piccolo uomo in crescita, “no amore di nonna, non si tocca, è sporco…!!!)

Si perchè invece loro sono puliti e buoni, non si arrabbiano mai, e non rovinano mai nulla vero? Conosco bambini che una volta entrati in una casa, lasciano il segno come Attila, che urlano se non possono fare qualcosa e che di nascosto ci fanno le peggiori angherie…ma è tutto permesso…LORO SONO BUONI! E PULITI!

C”è poi il tizio che fa, con viso malinconico…”ehhh sapesse…avevo anche io un bellissimo pastore tedesco…poi m’è morto tra tanti strazi…loro hanno questa displasia alle anche che li attanaglia tutta la vita…sa?”

Eccome se non lo sappiamo… Il Nonno Theo, ogni volta si dà una leccatina agli zibidei, io rido come solo un bassotto alto sa fare, e Alessandra…Alessandra dipende dall’umore in cui la trovano…a volte è comprensiva e pat pat sulle spalle dell’uccello del malaugurio,…altre diventa una belva, inizia dicendo che Il Nonno Theo nonostante i suoi quasi 12 anni, è in perfetta forma, che lo sta curando da anni, che.. che..che…

Ma che ti ci confondi a fare dico io, tanto domani, durante la nostra passeggiata, ne incontriamo altre dieci che diranno la stessa cosa…E il Nonno Theo sarà sempre più pulito..eheheheh

Le migliori sono però le nonnine anziane, che quando vedono quell’ippopotamo del Nonno, si sbrigano ad attraversare la strada, per allontanarsi, portando con se il nipotino, che piangente invece vorrebbe accarezzalo, “vieni via, per carità, lui è cattivissimo, brutto e cattivo. I cani mordono sai, non devi fidarti!”

Si perchè invece di lei ci si può fidare…come puoi insengare l’odio ad un bambino verso chi è diverso come noi, e non definirti, tu Brutta e Cattiva??!

Intanto noi siamo i migliori baby sitter che potete trovare sulla piazza, i migliori antistress, i più grandi amici che mai avete conosciuto…e perchè no…i parenti che ognuno di voi ha scelto…e nessuno gli ha imposto…Tiè!

Dico bene Nonno?

Parole Sante Zia Pina…mi meraviglio quasi che le abbia dette tu…onestamente…

e per inciso…io mi sento benissimo…e quando mi incontrare, meglio una carezza in più e due parole menagrame in meno!

Con amicizia canina

La piccola Zia Pina e il grande Nonno Theo

Ultimo week-end di mare!

…caldo, caldissimo…tanto che tutti hanno fatto il bagno, Nonno Theo compreso…anzi io compresa, mio malgrado!

Mi sono sempre chiesta cosa ci provasse quell’animale simile ad un vitello dalle orecchie appuntite a solcare i flutti marini, ecco domenica scorsa credo di averlo capito…niente! Non può provare niente…se non fastidio, freddo e senso di affogamento, altrimenti non sarebbe normale!

Perchè a noi cani piccoli, non ci piace l’acqua? nessuno se l’è mai chiesto? mentre a quelli grandi, per lo più, tuffarsi rappresenta la massima aspirazione?

Perchè noi a differenza degli spilungoni, non tocchiamo mai terra…e ci  basta solamente avvicinarci a riva per sentire che stiamo per affogare…

E comunque ogni volta che mi mettono in acqua, provo a darmi una risposta, ma sono così impegnata ad iniziare a nuotare, per non trovarmi impreparata, che non arrivo nemmeno alla formulazione del pensiero.

E nuoto a vuoto, in aria, ancor prima di aver toccato l’umido…con Nonno Theo  che diventa infastidito, perchè perdono tempo con me, invece di tirare la palla a lui.

Ma dico io, se qualcuno lassù avesse voluto che io nuotassi stile Federica Pellegrini, mi avrebbe fatto i piedi palmati e le piume…

E invece sono a pelo raso, con le gambe corte e storte, e patisco un freddo che la metà basta…

Ma infatti, onestamente, io me lo sono sempre chiesto perchè ti hanno voluta portare per forza domenica mattina…stavo così bene da solo, lancio, tuffo, prendo palla, riporto, sgrullata finale…questa la sequenza ideale, e non dover guardare te, che fai mille scene, come se tu stessi affondando insieme al Titanic…

Qui non è questione di pelo raso e gambe storte…che in effetti non contribuiscono alla tua bellezza…ma è questione di pratica e stile…

Comunque per fortuna tua, anche quest’anno è finito il supplizio, l’estate sembra che con il week-end passato sia finita…

Ecco appunto…e cosa cambia secondo te???

se inizia a piovere per me è la stessa cosa!!! e non dirmi che sono difficile…lo so da me…maremma inzuppata!