Archivi Blog

Il Medico Risponde: uno strano atteggiamento e un problema di comportamento

Buongiorno,

ho un pastore tedesco che compirà 11 anni a luglio. Da diverso tempo accade
ogni tanto che inizi a leccarsi le labbra in continuazione, producendo
ovviamente più saliva del normale. Gli episodi non sembrano legati ai pasti
perchè si verificano anche quando ha lo stomaco vuoto (ad es. un volta erano le
8 del mattino e lui aveva mangiato alle 18 della sera precedente). Generalmente
accade quando è a riposo (mai mentre sta facendo attività fisica). Non si
associano altri sintomi a questo fenomeno: il cane è tranquillo, solo magari
leccandosi continuamente non riesce a dormire, ma se ne sta comunque sdraiato .
Unica nota: 2 anni fa facendo una lastra per tutt’altro motivo, il veterinario
aveva notato che il suo stomaco è di grandi dimensioni.
Io temo ogni volta che possa essere un inizio di torsione gastrica, ma fino ad
ora il fenomeno scompare da solo dopo al massimo 1 ora.
Le chiedo cortesemente a cosa può essere dovuto il problema e quali
accorgimenti posso adottare.

RingraziandoLa anticipatamente per la disponibilità, la saluto

Sonia

Cara Sonia,

capisco la sua preoccupazione riguardo il comportamento del suo cane. Si tratta infatti di una razza di taglia grande e quindi predisposta alla sindrome della dilatazione/torsione gastrica.  Il leccamento continuo con ipersalivazione può essere infatti un segno di nausea, che può dipendere da patologie dello stomaco ma anche da altre cause.

Non avendo ulteriori indicazioni, sospetto due possibili cause di questo atteggiamento: la prima, come già detto, una gastrite che causa iperacidità (che si verifica di solito a distanza dai pasti), e determina in conseguenza ipersalivazione. La seconda è un disturbo neurologico. Potrebbe infatti trattarsi di un comportamento legato a un problema di tipo centrale. Anche una forma lieve e iniziale di crisi epilettica.

Ovviamente le ipotesi che ho suggerito si basano unicamente sulle indicazioni che lei mi ha dato nella sua e-mail. Sarebbe sicuramente utile avere più informazioni circa il comportamento generale del suo amico. Inoltre, in circostanze simili, io consiglio solitamente di effettuare un filmato del cane mentre si verifica l’atteggiamento anomalo, in modo da poterlo giudicare direttamente. Il mio consiglio quindi è quello di far avere al suo veterinario di fiducia tale filmato ( anche fatto con il telefonino è sufficiente), in modo che il collega possa avere tutte le indicazioni per trovare la causa del problema e intervenire con la terapia più appropriata.

Un saluto

Foto: http://roma.olx.it

 

 

Salve,

vorrei farle alcune domande perchè sono un po’ in difficoltà con la mia cagnolina. E’ una meticcia di 4 mesi ed è giocherellona e ubbidiente.. solo che quando arriva il momento della passeggiata, appena mi vede prendere il guinzaglio e la pettorina, scappa e va a nascondersi. Io la porto fuori comunque minimo due volte al giorno e quando è per strada o nei parchi è tranquilla e si vede che sta bene.. vorrei chiederle perchè si comporta in questa maniera. E’ normale? E’ forse troppo piccola? Posso usare qualche esercizio per farla abituare all’uscita?

La ringrazio per l’attenzione e le porgo i miei saluti.

 

Cara Francesca,

il comportamento della sua cagnolina è abbastanza comune nei cuccioli di questa età e può dipendere da fattori diversi. Potrebbe trattarsi di un atteggiamento di paura, come dalla sua descrizione mi sembra che lei pensi, oppure potrebbe trattarsi di una forma di gioco che la sua cagnolina ha instaurato con lei nel momento dell’uscita quotidiana.

Il mio consiglio, da medico non specializzato in comportamento, è quello di provare a mettere guinzaglio e pettorina alla cagnolina anche stando in casa, in modo che lei non associ questo rituale all’uscita quotidiana. Si può rafforzare questo esercizio con un premio, ad esempio le sue crocchine o altri snacks che lei gradisce e quindi trasmetterle un’associazione positiva tra il comando (mettere pettorina e guinzaglio) e la sua realizzazione.

Se questo suggerimento non dovesse bastare e questo atteggiamento continuasse a manifestarsi, le consiglio di rivolgersi al suo veterinario che le saprà indicare, se lo ritiene il caso, un professionista esperto di sua fiducia a cui rivolgersi.

Cari saluti.

Foto: http://blog.focus.it

Annunci

Qualche consiglio per prepararsi a Capodanno

La maggior parte di noi in questi giorni pensa prima di tutto alla mattina del 25… giustamente! Però vorrei attirare l’attenzione su un’altra festività che ci aspetta poco dopo: Capodanno!

Dopo le ferie estive è uno dei momenti più complicati per chi ha un cane.

A causa del loro udito moto sviluppato il rumore dei botti di fine anno crea ai nostri amici a quattro zampe non pochi disagi. Alcuni esemplari reagiscono con comportamenti estremi, come ad esempio la necessità di scappare senza una metà precisa pur di allontanarsi dai rumori che sentono.
Ecco alcuni consigli utili, pubblicati dal sito www.vitadacani.info, da mettere in partica la sera del 31 dicemebre.
– Se possibile, evitare di lasciare il cane da solo o in compagnia di estranei.
– Chiudere finestre e tapparelle della stanza dove si trova.
– Cercare di distrarlo con il gioco o altre cose.
– Non impedirgli di andare a nascondersi dove vuole.
– Non coccolarlo e non rassicurarlo (confermerebbe la sua paura).
– Fare finta di niente, trattandolo in modo normale.
– Nei casi più difficili, consultare il veterinario per la somministrazione di un eventuale leggero tranquillante (anche di natura omeopatica o fitoterapica)
L’Enpa consiglia inoltre:
Se qualcuno dovesse avvistare in un cane smarrito cerchi di avvicinarlo con attenzione, senza compiere gesti bruschi (potrebbe manifestare ancora paura), provi a rassicurarlo, magari offrendogli del cibo e chiami il Servizio Veterinario della Asl. Una volta raccolto e portato al canile sarà molto semplice risalire al proprietario tramite il microchip e, qualora non l’avesse, sarà comunque il luogo dove i proprietari potranno andare a riprenderlo.

Arriva Halloween…pauraaaaaaaaaaaaaaaaa….

…mi sono sempre chiesta se le paure dei due zampe fossero identiche alle nostre…

credo che questa festa mi dia conferma che non è così!

Avete mai visto un cane, un gatto, un dinosauro, o un coleottero, vestiti da morto vivente? Pensate che sia mai venuto in mente ad un quadrupede qualunque, e per qualunque intendo i gatti ovviamente, di andare in giro a domandare “Dolcetto o scherzetto?” vi garantisco di no!

Anche perchè non ci verrebbe mai in mente di barattare un dolcetto con uno scherzetto qualsiasi…e poi parliamoci chiaro, gli scherzetti ve li facciamo giornalmente, mica aspettiamo il 31 di ottobre per divertirci alle vostre spalle!!!

Una volta, per esempio, ero così tanto annoiata, che ho mangiato l’intero cavo del computer di Ale…quanto ho riso…e quanto si è arrabbiata lei…un’altra volta ho rubato una intera fetta di carne lasciata incostudita…sbagliato farlo in mia presenza…sarò bassa ma salto come la Simenoni dei tempi d’oro…

Nonno Theo invece dall’alto della sua nobiltà, ha praticamente distrutto un divano letto, scavando una buca al centro, e cospargendo casa di tutta la gomma piuma al suo interno…ma anche lui aveva perfettamente ragioni…in quella maniera stava più comodo…

Ecco in tutti questi episodi, la paura aleggiava per casa…perchè Ale arrabbiata fa davvero paura…e non funzionano nemmeno le moine, espediente che mi vede sempre in prima linea, visto che ne combino più grosse del Nonno.

E poi vediamo di cosa abbiamo paura…

che finisca il cibo, che ci manchi l’acqua, che ci abbandonino, che ci picchino, che arrivi un gatto fuori misura arrabbiato, essere lasciati soli, che ci venga obbligato il bagno domenicale, che prendano altri pelosi e non ci amino più come prima, i tuoni, i fuochi di artificio, le buste di plastica che volano, che muoia il nostro due zampe, ancor più della morte nostra…e l’uomo nero!

Eh si, l’uomo nero fa paura anche a noi…mica siamo invicincibili!!!

E voi, o i vostri pelosetti, di cosa avete paura? ce lo raccontate?

In attesa di conoscere le vostre paure, vi avvertiamo se venite a bussare al nostro cancello, fatevi riconoscere, perchè se vi vediamo particolarmente brutti…un paio di abbaioni non ve li toglie nessuno…e niente dolcetti!!!

AAAAAAAUUUUUUUHHHHHHHHH

La tremenda Zia Pina e Il fantasmagorico Nonno Theo

PS: dimenticavamo…lunedì è stato il compleanno della Mamma Giovanna…e quindi auguri e tante crocchette!!!

Afraid of Julia

Dopo aver visto questo video mi sono reso conto che non potevo fare a meno di condividerlo. Sono un fan di Julia Roberts e nonostante non possa minimamente comprendere la reazione di questo cane ( 🙂 ) il video mi ha fatto troppo ridere…