Archivi Blog

Passate le Feste…arriva la dieta a sei zampe

Passate sono le feste…e tutti ci mettiamo un po’ a regime…compresi i nostri quattrozampe…
purtroppo infatti anche loro sono soggetti ad ingrassare e un aumento di peso eccessivo potrebbe diventare un grave problema da non sottovalutare, nocivo per la salute del nostro amico.

La perdita di peso pero’ è un processo graduale e richiede una costante osservazione: un regime non sottoposto a controllo da parte del veterinario, disordinato e troppo frettoloso, potrebbe essere deleterio per l’animale.

se notiamo quindi un aumento di peso nel nostro cane, è bene, prima di tutto, portarlo a fare una visita dal veterinario che sarà in grado di consigliarvi al meglio in merito alla dieta del cane e di fornirvi tutte le corrette indicazioni sul peso-forma dell’animale. Inoltre potrà verificare se i chili in eccesso siano eventualmente dovuti a qualche malattia. Ricordate di effettuare più visite dal veterinario anche durante lo svolgimento della dieta, in modo da controllare perpetuamente i progressi del vostro cane.

Inoltre fatevi consigliare dal veterinario in merito alla quantità ideale di mangiare da somministrare al vostro animale ed, eventualmente, fatevi indicare anche una marca di cibo della qualità meglio appropriata. Evitate di lanciare cibarie varie al cane durante gli orari dei pasti o nel corso della giornata; l imitate i premi in cibo o piuttosto ricompensatelo con cibi meno ricchi di grassi e calorie. La cosa più importante è comunque tenere correttamente a mente di non dimezzare i pasti oppure obbligare l’animale al digiuno, in modo da evitare che la bestiola possa risentire della troppa fame.

Una volta tornati al peso forma…voi e loro…sappiate che e’ gia’ tempo di Pasqua…e a quel punto la dieta va a farsi benedire, addentando una fragrante Colomba…

come dire…c’est la vie…

Annunci

Il medico risponde: Quando il cane beve troppo

 

Cari amici,

come primo argomento per la nuova rubrica parleremo di un sintomo che spesso è sottovalutato ma che può essere la spia di malattie anche gravi nei nostri amici a quattro zampe: l’aumento della sete.

Quanto può bere un cane sano?

La risposta a questa domanda è molto variabile perché sono diversi i fattori che condizionano l’assunzione di liquidi durante la giornata, sia estrinseci che intrinseci. Tra quelli estrinseci un ruolo fondamentale è svolto dalle condizioni climatiche e dall’alimentazione. E’ logico dedurre che una dieta a base di mangimi industriali in forma secca causerà una maggiore assunzione d’acqua rispetto all’utilizzo di una dieta a base di mangimi umidi, o di cibo fresco casalingo. Tra i fattori intrinseci, elevata temperatura corporea, stati di dolore, assunzione di farmaci ed eccessiva pienezza dello stomaco in seguito ad un pasto abbondante possono determinare un aumento della sete che di solito è transitorio e cessa una volta risolta la causa che l’ha determinato. Esistono inoltre variabilità individuali che sono soggettive e non hanno pertanto significato patologico.

Quando però la sete persiste e non è riconducibile a nessuna delle cause che abbiamo citato, allora è necessario far visitare il vostro cane dal veterinario, che attraverso una visita accurata vi proporrà gli esami più appropriati per identificare il problema. Spesso l’aumento della sete è concomitante all’incremento della produzione di urina durante la giornata, che rappresenta già da solo un sintomo da non sottovalutare. Se il vostro cane vi chiede di uscire più spesso del solito o se comincia improvvisamente a urinare in casa durante la notte, provate a quantificare la quantità d’acqua che assume durante il giorno, prima di concludere che si tratta di un problema comportamentale e gestirlo come tale.

Moltissime malattie del cane possono avere come unico sintomo l’aumento della sete, accompagnato o no dall’aumento di urina prodotta durante la giornata: tra queste le più frequenti sono le malattie renali e il diabete. Anche l’ipercorticosurrenalismo (malattia che colpisce le ghiandole surrenali), le patologie dell’utero e quelle del fegato possono causare aumento dell’assunzione di acqua, anche se di solito il manifestarsi di tali malattie è accompagnato da altri sintomi concomitanti che possono mettervi in allerta.

Per finire, accorgervi che il vostro cane beve di più non deve preoccuparvi, ma è sempre buona norma non sottovalutare il fenomeno, in quanto una diagnosi precoce consentirà in molti casi di risolvere o quantomeno gestire il problema, permettendo al vostro amico di condurre una vita serena e felice al vostro fianco.

Il Medico risponde… Ogni mercoledì sul nostro blog!

Ciao a tutti. Siamo felici di presentare un nuovo appuntamento settimanale: ogni mercoledì il medico veterinario Carlotta Vizio ci parlerà di salute! Se vorrete inviarle una vostra domanda, sarà possibile ricevere una risposta direttamente dalla dott.ssa ogni mercoledì con un post sul nostro blog.

Poni la tua domanda al Dottore!
La Dott.ssa Carlotta Vizio è l’esperta Veterinaria che risponderà ad ogni domanda, dubbio o curiosità sui nostri amici cani! Se vuoi porre la tua domanda, scrivi a chiedialmedico[at]gmail.com
Riceverai la tua risposta direttamente sul blog!

**********************************

AVVISO SUI CONSIGLI MEDICO VETERINARI FORNITI VIA E-MAIL o VIA INTERNET
Si avvisa che la visita medica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti via e-mail o tramite sito internet vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. Si avvisa inoltre che si tratta di corrispondenza aperta.