Archivi Blog

Vi è mai capitato…

…che vi alzate tutti contenti, perché finalmente dopo due giorni di pioggia, vedete fuori dalle finestre il sole e vi infilate di corsa la tuta per portare fuori la belva che condivide con voi gioie e dolori,questa nemmeno alzi la testa?!

Stamattina, anzi mezz’ora fa, è andata così…la Zia Pina, mi ha bellamente ignorata, facendo finta di non vedere né la porta aperta in sua attesa, né me che la chiamavo con l’ascensore aperto.

Mi sono stupita, preoccupata, infastidita e poi arrabbiata quando ha scelto di andare da Francesco invece che venire da me…

Sono scattati mille sensi di colpa, che le avrò fatto, che le avrò detto, cosa sarà successo senza che io me ne accorgessi…

Non mi è venuto in mente nulla.

E in questo vuoto mentale, ho capito quanto per me conti lei.
Ed ogni suo benevolo sguardo.
Ogni sua leccata.
Ogni sua corsa per dirmi che mi ama quanto io amo lei.
E mi sono sentita defraudata, come un genitore quando gli cresce un figlio e non riceve più le coccole infantili.

Ho pensato persino che mi abbia letto nel pensiero, volendola portare oggi dal veterinario…

Poi all’ improvviso tutto è tornato come prima…e allora mi sono detta che forse anche i cani si svegliano col piede sbagliato…

E noi che li amiamo…ne subiamo le conseguenze…

Buon mattino di sole a tutti

L’aLe

Annunci

Ultimo week-end di mare!

…caldo, caldissimo…tanto che tutti hanno fatto il bagno, Nonno Theo compreso…anzi io compresa, mio malgrado!

Mi sono sempre chiesta cosa ci provasse quell’animale simile ad un vitello dalle orecchie appuntite a solcare i flutti marini, ecco domenica scorsa credo di averlo capito…niente! Non può provare niente…se non fastidio, freddo e senso di affogamento, altrimenti non sarebbe normale!

Perchè a noi cani piccoli, non ci piace l’acqua? nessuno se l’è mai chiesto? mentre a quelli grandi, per lo più, tuffarsi rappresenta la massima aspirazione?

Perchè noi a differenza degli spilungoni, non tocchiamo mai terra…e ci  basta solamente avvicinarci a riva per sentire che stiamo per affogare…

E comunque ogni volta che mi mettono in acqua, provo a darmi una risposta, ma sono così impegnata ad iniziare a nuotare, per non trovarmi impreparata, che non arrivo nemmeno alla formulazione del pensiero.

E nuoto a vuoto, in aria, ancor prima di aver toccato l’umido…con Nonno Theo  che diventa infastidito, perchè perdono tempo con me, invece di tirare la palla a lui.

Ma dico io, se qualcuno lassù avesse voluto che io nuotassi stile Federica Pellegrini, mi avrebbe fatto i piedi palmati e le piume…

E invece sono a pelo raso, con le gambe corte e storte, e patisco un freddo che la metà basta…

Ma infatti, onestamente, io me lo sono sempre chiesto perchè ti hanno voluta portare per forza domenica mattina…stavo così bene da solo, lancio, tuffo, prendo palla, riporto, sgrullata finale…questa la sequenza ideale, e non dover guardare te, che fai mille scene, come se tu stessi affondando insieme al Titanic…

Qui non è questione di pelo raso e gambe storte…che in effetti non contribuiscono alla tua bellezza…ma è questione di pratica e stile…

Comunque per fortuna tua, anche quest’anno è finito il supplizio, l’estate sembra che con il week-end passato sia finita…

Ecco appunto…e cosa cambia secondo te???

se inizia a piovere per me è la stessa cosa!!! e non dirmi che sono difficile…lo so da me…maremma inzuppata!