Archivi Blog

Classifica dei 10 animali più amati in Italia!

In Italia circa il 41% delle famiglie possiede un animale domestico: al primo posto i cani – da sempre i migliori amici dell’uomo -, seguiti da gatti, pesci e tartarughe.

image

Ma al di là della spesa d’acquisto, che può raggiungere cifre stellari per chi sceglie razze particolarmente esclusive (Big Splash, un mastino tibetano di 11 mesi, a marzo 2011 è entrato Guinnes dei Primati come “cane più caro al mondo”: un miliardario cinese l’ha infatti acquistato per oltre un milione e mezzo di dollari), quali sono gli animali più costosi a livello di cure veterinarie? Senza parlare dei costi quotidiani per cibo, lavaggi e accessori vari…

A calcolarlo è stato il sito americano PetInsuranceComparison.net, che ha stilato la top ten delle razze che richiedono le maggiori spese veterinarie annuali. Le cifre sono naturalmente in dollari e basate sui costi medi americani, dove la percentuale delle famiglie che hanno scelto la compagnia di un animale domestico sale al 62%.

Al primo posto il Rotweiller, che nonostante l’aspetto imponente e l’indole estremamente protettiva nei confronti dei suoi padroni, è spesso vittima di allergie, problemi gastrici e ipertiroidismo: per lui la spesa media annuale dal veterinario è di 567,53 dollari.
Al secondo posto il Bovaro Bernese, i cui problemi di salute più frequenti sono torsione gastrica e cataratta: per lui quasi 413 dollari all’anno di  spese sanitarie.
Sul terzo gradino del podio, e primo tra i felini, il Siamese, frequentemente vittima di infezioni respiratorie, gengiviti e problemi al fegato. Ogni anno il veterinario costa in media 296 dollari.
Ancora un cane in quarta posizione, e non si tratta di un esemplare di piccola taglia – come forse ci si aspetterebbe-, ma bensì dell’Alano: calmo e pacato, ottimo per chi cerca un animale domestico di compagnia, ma piuttosto debole di salute. Budget annuale: 385 dollari.

Quinto posto per il Bulldog Inglese, con 370 dollari all’anno circa (foto in alto a sinistra), e sesto per il gatto Bengala, con oltre 364 dollari.
Seguono il Bulldog Francese (circa 355 dollari), il gatto Maine Coon(313 dollari), il Ragdoll (277 dollari, foto a destra) e il gatto Himalayano(215).

L’aLe

Annunci

Mese della prevenzione. Visite gratuite, e salute dei nostri amici sotto controllo!!! Correte!

Stagione della prevenzione, visite gratis!

image

Si tratta di un esame generale senza utilizzo di strumenti, importante, però, per la prevenzione e soprattutto per il riconoscimento di patologie o disturbi che potrebbero necessitare di approfondimenti e cure più specifiche. Tra questi, i problemi alimentari che non sono solo parte della vita dell’uomo, ma anche di quella animale:

«Ancora una volta, Stagione delle Prevenzione – si legge in una nota – ribadisce l’importanza della prevenzione come elemento cardine per la salute e il benessere degli animali e conferma il proprio impegno nell’opera di sensibilizzazione di medici veterinari e proprietari sul problema dell’obesità nei cani e gatti».

Ad attendere i nostri animali quest’anno sarà una squadra composta da quattromila medici aderenti all’iniziativa, sparsi su tutto il territorio italiano, che metteranno a disposizione la loro competenza e il loro lavoro gratuitamente. Un numero cresciuto dell’11% rispetto al 2011.

«Proprio grazie alla loro collaborazione, siamo riusciti nel corso di questi anni a far visitare gratuitamente decine di migliaia di cani e gatti», ha detto  Stefano Roserba Marketing Manager di Hill’s Pet Nutrition Italia.

Questa del 2012 è la settima edizione della “Stagione della Prevenzione” che ha visto, nel corso degli anni, l’aumento delle visite, nonché una maggiore sensibilizzazione da parte di padroni attenti e preoccupati per la salute dei loro animali. L’anno scorso ne sono stati visitati 23mila e il 70% non presentava alcun tipo di patologia.

image

Per chi volesse avere maggiori informazioni o volesse conoscere dove si trova lo studio veterinario più vicino in cui è possibile usufruire del controllo gratuito, si può visitare il sito http://www.stagionedellaprevenzione.it/
(fonte Il Quotidiano Italiano)

A scuola con la LAV

E’ il nuovo progetto della Lega Anti Vivisezione per sensibilizzare le giovani generazioni alla costruzione di un legame sano ed educato con i propri animali domestici. L’idea è quella di fornire due versioni di “Quaderni della LAV”, realizzati dal Settore Educazione e Scuola dell’Associazione, alle scuole primarie e secondarie di primo grado.L’iniziativa, nello specifico, è finalizzata a insegnare i comportamenti degli animali, le responsabilità dei singoli individui e della società nei loro confronti, come relazionarsi nel modo giusto con loro in modo corretto e quali sono le normative che li tutelano.

Il primo quaderno, cioè quello dell’anno scolastico appena iniziato (2011-2012) è dedicato agli “Animali in Famiglia” e insegna come instaurare una convivenza piacevole sia per i padroni che per gli animali stessi. Seguiranno poi il quaderno dedicato agli “Animali che vivono nelle nostre città” e quello dedicato agli “Animali selvatici”.


Ilaria Marucelli, responsabile del Settore Educazione e Scuola  della LAV, si pesprime così a riguardo: “Uno scrigno ricco e stimolante di proposte, da introdurre nei percorsi curricolari della didattica ambientale: partendo dal gioco, si offre un aggancio ai molteplici temi connessi (partecipazione, cittadinanza attiva, responsabilità, legalità) in modo creativo. I quaderni rappresentano, quindi, una preziosa occasione per ampliare le proprie conoscenze e convinzioni sugli animali e confrontarle anche con prospettive diverse da quelle comunemente accettate”.

Il materiale sarà inviato a quelle classi che decideranno di iscriveris e sostenere l’Associazione ed è stato ideato e realizzato nell’ambito del Protocollo d’Intesa siglato tra la LAV e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) che viene rinnovato ormai ogni anno dal 1999.