Archivi categoria: Iniziative & Eventi

Eventi e appuntamenti del mondo canino. Incontri. Iniziative di ricerca e affidamento.

Bergamo, nuova ordinanza: il cane a misura di padrone

Entrerà in vigore dal 1 giugno. «Chi porta in giro l’animale deve avere corporatura e peso proporzionato».
Pena una multa da 25 a 150 euro
Se il cane è grosso anche il padrone che lo porta a spasso lo deve essere. È quanto prevede in sostanza una recente ordinanza del Comune di Rota Imagna, in provincia di Bergamo, che entrerà in vigore dal 1 giugno e che regolamenta «il rapporto tra la popolazione umana e le specie canine domestiche».

Nel testo si legge: «È fatto divieto assoluto di consentire la libera circolazione dei cani, senza la presenza di un conduttore di una corporatura e un peso proporzionato alla mole dell’animale». Lo scrive oggi L’Eco di Bergamo.

Nello stabilire l’uso di guinzaglio e museruola, l’ordinanza obbliga anche i padroni a tenere conto dei pesi reciproci: «Il conduttore deve avere una corporatura e un peso proporzionati». Dunque: tanti chili l’uno, altrettanti l’altro. Pena una multa da 25 a 150 euro.

20130512-205215.jpg

Annunci

Nasce il registro dei maltrattatori di animali Dopo le violenze su un husky il parlamento del Michigan sta per approvare una nuova legge

LANSING – Lo stato del Michigan, negli Usa, sta vagliando in questi giorni una proposta di legge che prevede l’istituzione di un registro degli abusatori di animali, uno strumento che aiuterebbe, secondo i promotori, a creare un effetto deterrente verso comportamenti violenti e criminali contro gli animali.

Se l’iniziativa dovesse essere approvata dall’assemblea del Michigan, i nomi dei maltrattatori sarebbero resi noti all’opinione pubblica e, inoltre, verrebbe loro negato il diritto di avvicinarsi agli animali, compresa la possibilità di adottare cuccioli da canili o rifugi. L’idea di un registro degli abusatori è stata promossa da Matt Falk, il cui husky Logan nel 2011 fu sfigurato con dell’acido da batteria da un malintenzionato. Il cane, allora undicenne, morì qualche settimana dopo a causa delle ferite e delle escorazioni provocate dall’acido.

Falk decise allora di aprire una pagina Facebook per denunciare il fatto e promuovere l’istituzione del registro. La sua battaglia sta dunque per giungere ad un esito positivo o almeno così spera Falk: “Sebbene l’attacco a Logan sia stato una cosa terribile – ha detto il promotore dell’iniziativa -, abbiamo la possibilità di trasformare questo triste evento in qualcosa di positivo per gli animali di questo stato, forse di tutta la nazione. Ogni fuoco nasce da una sola scintilla”.

20130502-020237.jpg

Viaggiare su rotaia…ora si puo’ con i nostri quattrozampe

Viaggiare e` un piacere anche per la possibilità di farlo insieme a qualcuno a cui si vuole bene. E sempre più spesso tra i destinatari del nostro affetto ci sono i migliori amici dell’uomo.
Invia il tuo Diario di Viaggio! Da qualche tempo i proprietari di quattro zampe possono viaggiare in treno insieme ai loro amici senza troppi problemi. Chiaramente l’animale deve essere ben educato, non provare fastidi durante il tragitto ed essere, insomma, più un giramondo che un pantofolaio. Il proprietario, dal canto suo, deve portare con sé guinzaglio, museruola, la documentazione del cane e, magari, qualcosa come un giochino che lo faccia sentire a casa. Naturalmente occorre provvedere a pulire eventuali residui canini.

Su Italo possono viaggiare animali di piccola taglia, ovvero che non superino i 10 kg di peso, negli appositi trasportini, che possono essere sistemati nelle bagagliere a bordo treno o nei pressi del proprietario stesso. La vera novità, però, riguarda quelli più grandi. Il servizio per permettere ai cani di grossa taglia di viaggiare ad alta velocità è stato studiato da Italo con le principali associazioni animalistiche, come Enpa, Lav, l’Associazione nazionale dei medici veterinari italiani e con la Federazione nazionale ordini veterinari italiani. I cani sono ammessi su tutti i treni senza vincolo di orario. Il servizio deve essere prenotato con 24 ore di anticipo rispetto al viaggio attraverso il contact center (060708) e costa il 30% del biglietto base o economy di Smart e Prima o 20 euro, in caso di scelta di Salotto di club. Il cane ha a disposizione un suo spazio per ogni ambiente di viaggio, in modo da dare tranquillità all’animale, al suo padrone e a chi sul treno non vuole essere disturbato. Fido e padrone ricevono in omaggio una borsa con un tappetino igienizzante, realizzato in polimeri superassorbenti e antiodore.

Per quanto riguarda Trenitalia, su tutte le categorie di treni gli animali domestici di piccola taglia sono ammessi gratuitamente, purché siano custoditi nell’apposito contenitore. Possono viaggiare nelle varie categorie Executive, Business, Premium e Standard.

I cani più grandi possono inoltre viaggiare sui treni espressi, IC ed ICN, sia in prima che in seconda classe, sulle Frecce, tranne che nelle aree servizio Executive, Premium, in quella del silenzio e nei salottini. Viaggio senza problemi anche su treni regionali, nel vestibolo o sulla piattaforma dell’ultima carrozza (esclusi gli orari dalle 7 alle 9, dal lunedì al venerdì), nelle carrozze letto, nelle carrozze cuccette e nelle vetture Excelsior, acquistando, però, il compartimento per intero.

Unica condizione: il guinzaglio, la museruola e l’acquisto, contestualmente al biglietto del proprietario, di un altro di seconda classe al prezzo base previsto ridotto del 50%.

Sia con Italo che con Trenitalia, il cane guida per i non vedenti può viaggiare su tutti i treni gratuitamente e senza alcun obbligo.

20130416-185812.jpg

I nostri AMICI potranno da domani venire a trovarci in ospedale…

Sì a cani e gatti in ospedale per le persone ricoverate!

Approvata in Emilia-Romagna una legge che, per la prima volta in Italia, introduce espressamente questa possibilità. L’assessore alla Sanità Lusenti: “La presenza dell’animale agisce sul benessere fisico e psichico del malato”.

Esulta Andrea Defranceschi, del Movimento 5 Stelle, relatore del testo: “Ora pet-therapy e zoo terapia”Cani e gatti in ospedale, per far compagnia ai pazienti ricoverati. Adesso in Emilia-Romagna si può fare, con una legge aprifila in Italia. “Viene migliorata ulteriormente una normativa che è già all’avanguardia a livello nazionale nella tutela del benessere degli animali” dice l’assessore regionale alla Sanità, Carlo Lusenti, commentando l’approvazione in Assemblea legislativa della nuova legge sul benessere animale.

E’ “importante e innovativo – ha osservato – l’articolo che introduce la possibilità per la persona ricoverata di farsi portare il proprio animale da compagnia all’interno delle strutture di cura pubbliche e private accreditate nelle ore di visita. La presenza dell’animale agisce direttamente sul benessere fisico e psichico della persona malata. E’ questa una opportunità di portare sollievo, soprattutto nei casi di lungodegenza o nelle fasi più avanzate della malattia. Non ci sono altre esperienze regolamentate in Italia – ha aggiunto – se non iniziative sporadiche introdotte in alcuni reparti o in alcune strutture. In questo senso, l’iniziativa della Regione Emilia-Romagna è una assoluta novità”.

Entro sei mesi dall’entrata in vigore della legge, la Giunta regionale approverà la disciplina per l’accesso degli animali alle strutture di cura.

“Con la nuova legge – spiega Andrea Defranceschi, consigliere del Movimento 5 Stelle e relatore del testo – si darà “nuovo impulso alla pet-therapy o zoo terapia” e si potranno aprire le strutture sanitarie pubbliche e private, attraverso un apposito disciplinare, agli animali da affezione”.

20130326-195752.jpg

Buon Compleanno Nonno Adorato…

image

È cosi difficile per chi, come me, ha fatto delle parole scritte la sua ragione di vita… Oggi tesoro mio arrivi al tuo 13 anno di vita…e io queste parole non le trovo.
Auguri quindi, meraviglioso esemplare d’amore profondo…
Auguri Theodoro mio

L’aLe

In America va di moda la birra per cani…Buongustai!!!

Birra per cani? Yes, of course! Si chiama Dawg Grog e dopo il tentativo olandese, di cui vi abbiamo raccontato qui, arriva anche quello made in USA. L’idea è di un certo Daniel Keeton, che lavora in un piccolo birrificio a Bend, nell’Oregon, e sta facendo furore in tutto il Paese. Non a caso, visto che la birra è la bevanda più diffusa in America.

La birra per cani è stata messa a punto grazie all’aiuto della fedele amica a 4 zampe Lola Jane, un American staffordshire terrier di 7 anni. La bevanda, naturalmente, è a prova di fido e non contiene sostanze pericolose per i cani come l’alcol o il luppolo. Come recita l’etichetta la Dawg Grog è sana e nutriente, e contiene solo brodo di verdure iposodico, cereali avanzati dalla distilleria e glucosamina, una sostanza derivata dagli zuccheri, che aiuta a prevenire l’artrosi nei cani e nei gatti, ma è indicata anche per gli esseri umani.

L’ideatore della Dawg grog deve essersi ispirato alla birra per cani inventata a Phoenix qualche anno fa, la Bowser Beer, priva di anidride carbonica e luppolo, ma a base di brodo di carne. Sta di fatto che la bevanda, nella piccola cittadina di Bend, ha riscosso un grandissimo successo, tanto che Keeton ha deciso di fare un po’ di pubblicità a livello nazionale e l’effetto è stato “virale”, come diremmo oggi. La birra per cani, infatti, sta spopolando e il piccolo birrificio del posto ha richieste provenienti da tutto il Paese. L’unica pecca è il prezzo, alquanto salato, sebbene il brodo con cui sia prodotta è povero di sodio! Il pacco da 6 bottiglie da ½ litro, infatti, costano ben 36 dollari, circa 25 euro.

Che dire, diamo il benvenuto alla birra pensata appositamente per i nostri amici a 4 zampe, con la speranza che la sua diffusione sia un incentivo in più per una migliore accoglienza dei pet nei locali pubblici.

20130129-183638.jpg

Buon Nuovo Anno…

…amici a due e a quattro zampe!!!
Che il calduccio di una coperta, la dolcezza di una carezza e una ciotola piena siano compagne per tutto il 2013  e gli anni a venire…

Auguri dal Nonno Theo e dalla Zia Pina…

image

L’aLe

Soccorso stradale anche per gli animali…finalmente!!!

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

ROMA
Una battaglia animalista, o forse solo di civiltà, è stata vinta e così dal 27 dicembre, dunque in pieno periodo di vacanze, ci sarà l’obbligo di soccorrere anche gli animali in caso di incidente.

Entra in vigore il decreto attuativo del ministero dei Trasporti rafforzando così il cambiamento del Codice della Strada che dall’estate 2010 obbliga a fermarsi in caso di incidente con un animale.
Il decreto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 289.

Soddisfatto Gianluca Felicetti, presidente della LAV e Carla Rocchi, presidente dell’ENPA: «La norma ha preso atto del cambiamento del sentire comune sul dovere di prestare soccorso anche agli animali», dichiarano, «e le sanzioni irrogate fino ad oggi per le violazioni sono state un esempio positivo per automobilisti e polizie locali; nel decreto siamo riusciti a far inserire il pieno riconoscimento del privato cittadino che porta per dovere civico un animale incidentato in un ambulatorio veterinario, la necessità di intervento anche ai fini della tutela dell’incolumità pubblica e il pieno riconoscimento dell’attività delle Guardie zoofile. Ora le Regioni e i Comuni devono rafforzare i propri compiti di intervento già previsti da altre normative».

Il decreto ministeriale fissa anche le caratteristiche delle autoambulanze veterinarie (utilizzeranno sirena e lampeggiante, le attrezzature specifiche saranno individuate dal Ministero della Salute) la certificazione anche successiva dello stato di necessità di intervento sull’animale da parte di un veterinario e gli stati patologici che fanno scattare questo riconoscimento cioè trauma grave, ferite aperte, emorragie, alterazioni e convulsioni.

BAU BAU??? Si, ma ad orari fissi!

A Isernia, si abbaia ad orari fissi!

Il sindaco di Cero al Volturno infatti ha emanato un provvedimento con il quale vieta ai cani di abbaiare dalle 13 alle 16 e dalle 21 alle 8.30.

Contro questa ordinanza si schiera l’Enpa, il cui presidente, Carla Rocchi, commenta: «Chi dovrebbe tacere, tanto nelle ore notturne quanto in quelle diurne, è proprio il primo cittadino di Cero, visto il contenuto della sua ordinanza».

IL TAR: I CANI HANNO DIRITTO AD ABBAIARE – «Francamente» – aggiunge Rocchi – «auspicavo che dopo la sentenza del Tar che ha ritenuto inaccettabile vietare ai cani l’ingresso nelle aree verdi, e il pronunciamento del Tribunale di Lanciano secondo cui i cani hanno diritto ad abbaiare, i sindaci avrebbero smesso di emanare ordinanze balzane e contrarie alle legge.

ENPA PRONTO A IMPUGNARE LA DELIBERA – «Evidentemente il caldo di questi giorni ha giocato un brutto scherzo» al sindaco della provincia di Isernia, che l’Enpa invita a «modificare quanto disposto rientrando nell’alveo della legalità».
Se così non fosse l’Ente Nazionale Protezione Animale è pronto a impugnare il provvedimento nelle sedi competenti, per far valere non soltanto i diritti dei cani e dei loro proprietari, ma anche il buonsenso.

Che dire?
BAUUUUUU  E WOAFFFFFFF

L’aLe

Fiordiriso, Vaniglia e Yoghurt…l’Ice Bau, il gelato per cani.

Da qualche giorno siamo invasi da un’ondata di caldo record, molte città, infatti, saranno da bollino rosso, e anche i nostri amici a 4 zampedovranno vedersela con la canicola estiva.

image

Cosa c’è di meglio, allora, del gelato? Fresco e gustoso, abbassa la temperatura corporea e soddisfa il palato.

Da qualche anno, poi, per la gioia dei nostri fedeli compagni di avventure, ha fatto la sua comparsa il gelato per cani.
 
Vi avevamo già parlato di questa strepitosa invenzione, che porta il nome di IceBau, ma da allora, la lista dei punti vendita sparsi in tutta Italia si è decisamente allungata.

Questo gelato, adatto sia ai cani, che a i proprietari, è particolarmente digeribile, non a caso può essere consumato anche da chi è intollerante al lattosio o ha problemi di celiachia
(non contiene glutine).

Si tratta di un prodotto artigianale, nato nel 2005 grazie ad un mastro gelatiere ligure, che ha studiato una ricetta che fosse compatibile con la salute dei cani, che tendono a non digerire bene gli alimenti complessi.

L’aspetto è quello di un qualunque gelato, ma ha dalla sua, oltre all’alta digeribilità grazie alla preparazione con proteine del latte delattosato, una serie di caratteristiche che lo rendono perfetto per i nostri animali golosoni: è ipocalorico, poiché è dolcificato solo con fruttosio, con un carico glicemico molto basso, è ricco di fibre, grazie all’aggiunta di fibre vegetali prebiotiche estratte dalla cicoria, è gluten free, è a basso contenuto di grassi e senza grassi idrogenati, ed è nutriente.

Per i cani di taglia piccola
 sono consigliate massimo 2 palline da 40 grammi, per i cani di taglia media o grande, invece, massimo 4 palline da 40 grammi.

I gusti disponibili sono 3: Fiordiriso, vaniglia e yogurt.

Ecco dove trovare il gelato per cani IceBau:

Veneto:
   Gli Amici di Pluto (pet-shop) Via Latisana 194, Lignano Sabbiadoro
   Gli Amici di Pluto (pet-shop) Via Roma, 6, San Giorgio di Nogaro
   Gli Amici di Pluto (pet-shop) Via Procione 36, Bibione
   Gli Amici di Pluto (pet-shop) Via Umberto I 16, Rivignano
Piemonte:
   Gelateria Il Pinguino 2 Via Filadelfia 109 Zona Stadio (Torino)
   Gelateria Il Senso della Vita Via Pelizza, 10 Volpedo (AL)
Liguria:
   Gelateria IceRock La Caravella via Colla 95 Celle Ligure (Savona)
   Gelateria Ciocogel
   Galleria Cristallo 8-10 Rapallo (Genova)
Emilia Romagna:
   Gelateria Il Sole
   Via Lanzoni, 19 Luzzara (Reggio Emilia)
   Toscana:
   IceBau b side
Marche:
   Gelateria La Romana Via Leopardi, 2 Fermignano (PU)
   Gelateria La Romana Largo Caio Sempronio Gracco, 4
   Fossombrone (PU) Gelateria Torteria Polo Via Roma , 90 – Gallo di Petriano (PU)
   Gelateria Martini Mario Corso Carlo Alberto, 58 Ancona
Lazio:
   Bar Amnesia Via G. Marconi 31, Anzio
   Cani & Gatti Piazza del Consorzio 8, Anzio
   Darwin-Pet Studio Via Padova 14, Roma 00161
   Clinica Veterinaria Europa Corso Italia, 23 – 00042 Anzio (RM)
   Monami Via Ennio Visca, 38 Nettuno (RM)
   Cani & gatti 2 Via XXIV Maggio, 37 Nettuno (RM)
   Gelateria I Milli Largo Cesti Latina (LT)
   FG Quarter Horses Via Belvedere, 51 – 00065 Fiano Romano (RM)
   Cani e Gatti e giù di lì Via Alcide De Gasperi, Albano Laziale
   Jimmy Pet shop Via Tucci 6, Latina
   L’Oasi degli animali Largo Cesti 2, Latina
   MondoCane Via F. Verdinois 34 ROMA
   I cuccioli Via della Lega Lombarda 25, ROMA
   Pet Shop Viale Città d’Europa 612 ROMA
   Cani e Gatti Corso Vittorio Emanuele II, 312 ROMA
   Bau House Piazza del Camerino, 7 ROMA
   L’arca di Noè Via Capitan Casella 84 ROMA
   Braccobaldo
   Centri commerciali Euroma, Cinecittà 2, Porta di Roma
   L’arte della pizza Via Costantino Corvisieri, 44 ROMA

L’aLe