Anziani & Cani: binomio inscindibile. A vita.

L’anziano e il suo cane non possono e non devono vivere l’uno senza l’altro

image

C’è una storia vera che ho trovato girando nel mondo internettiano, e che è riportata dal sito delle news Tiscali, ma che l’Autore stesso non potra’ rivelarvi come sia finita perché potrebbe coinvolgere colleghi di lavoro a cui non ha chiesto il permesso e un giusto riserbo gl’impedisce di farlo.

Ma lasciamo che ci racconti in prima persona…

“Tenete presente che storie analoghe, se non proprio uguali si ripetono spesso nelle strutture veterinarie di tutta Italia. Un giorno la signora Maria (uso un nome di fantasia) si presenta in sala d’aspetto con il suo piccolo meticcio di Yorky e mi chiede di parlare in privato.

image

La signora ha ottant’anni, è vedova da dieci, vive da sola, o meglio vive con il suo adorato Kim che di anni ne ha quattordici e che si può dire, ho visto nascere crescere e diventare anziano. La signora, senza pianti, strepiti o lacrime, ma con una serenità che vorrei avere io quando sarà il momento, mi confida che le hanno diagnosticato una malattia grave e che, con ogni probabilità, avrà pochi mesi di vita. La sua maggiore preoccupazione, visto che non ha parenti al mondo, è per Kim che, in perfetta salute, quasi certamente le sopravviverà.

La signora Maria e Kim vivono praticamente in simbiosi. Mentre la guardo, cercando nel volto i segni della malattia e cerco di confortarla con i soliti luoghi comuni (i progressi della medicina, le diagnosi che spesso non sono così scontate ecc.) vedo gli occhi sgranati di Kim, pauroso come sempre quando entra in ambulatorio. Mi guarda appena, nascosto tra la sciarpa azzurra e la maglia rosa di Maria. “Dottore, lei deve prendere questo impegno con me. Se lui, come probabilmente sarà, avrà davanti qualche anno in più di me, lei me lo deve addormentare per sempre. Io non le chiedo di trovare una soluzione, perché la soluzione non esiste.

Non c’è famiglia, la più buona e generosa del mondo, in cui Kim potrebbe vivere felice. Sarebbe sempre e costantemente in cerca di me e non potrebbe capire perché io l’ho abbandonato ad altre persone. Non mi parli di oasi, rifugi e canili non voglio neanche pensare al mio Kim, neanche nel migliore del mondo. Si lascerebbe morire di fame e stenti. Quindi, ora lei mi giuri che lo farà. Non esco di qui se non me lo giura. Di lei mi fido”. Glielo giurai. Dopo sei mesi e dopo un paio di visite in ospedale, dove Maria mi ricordava (quando riusciva) il giuramento, partecipai, con mezza dozzina scarsa di persone, al suo funerale, portando al guinzaglio Kim.

image

Parlai della faccenda con i miei colleghi e prendemmo una decisione che non posso svelare. Perché questa storia? Perché leggo delle polemiche sorte a Torino di fronte al diniego dell’ospizio Carlo Alberto di corso Casale, gestito dall’Usl, nel prendere dentro una nonna con il suo inseparabile Pinscher. “Motivi di igiene e salute pubblica”.

Dall’anno scorso però, il regolamento comunale di Torino preveda proprio l’inserimento degli animali d’affezione nelle case di riposo, accanto agli ospiti autosufficienti, che potrebbero prendersene cura. L’unica eccezione nel panorama degli ospizi torinesi è il Cimarosa, ospizio comunale dove ammettono solo gatti.

Già il problema degli anziani è drammatico nel nostro paese. Vediamo di non sommare al loro enorme disagio di essere soli, la depressione della “perdita” di chi più li ama”.

Mi rimane solo di domandarmi un perché…muto però!

L’aLe

Pubblicato il 13 marzo 2012, in Curiosità, News, Salute, Uncategorized con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: